Pasta fresca all’uovo: come realizzarla a regola d’arte

Punto cardine della tradizione Italiana, la pasta è il piatto che più ci rappresenta nel mondo!

Pertanto definire la pasta fresca fatta in casa una semplice preparazione di base è molto riduttivo!

E’ il ricordo d’infanzia, di casa, della nonna che la domenica portava avanti questo rito di convivialità e di una generazione che fu.

Per tutte queste ragioni, e molte altre, è doveroso imparare i rudimenti per realizzarla, così da poter diventare dei maestri e creare i formati più vari; anche perché, al contrario di come ci si potrebbe aspettare, realizzare la pasta all’uovo non è complicatissimo…basta aver pazienza e voglia di fare, oltre che essere disposti a sporcare e sporcarsi 🙂

Due semplici ingredienti che vi daranno grandi soddisfazioni.DSC_0064

DifficoltĂ : facile.

Tempo totale 90’: 30’ di preparazione; 60’ di riposo.

Utensili particolari: spianatoia; mattarello o macchina stendi pasta; pellicola trasparente.

Prezzo: basso.

Valori nutrizionali (per persona): kcal 422; fat 6g, cho 73g, pro 18g.

Ingredienti per 2 persone (cooking couple mode on!!):

  • 200g farina 00 (+ quella per stendere).
  • 2 uova grandi (60g circa l’uno).

 

Procedimento:

  1. Disporre la farina a fontana sul piano di lavoro; versare dentro le uova lievemente sbattute e lavorare il tutto con un cucchiaio od una forchetta dal centro verso l’esterno, addizionando la farina un poco per volta; proseguite impastando a mano fino ad ottenere un prodotto liscio ed omogeneo (una decina di minuti in tutto): per rendere più consistente l’impasto sarà utile sbatterlo energicamente un paio di volte sul piano di lavoro (in pratica darete nervo all’impasto, ossia attiverete la maglia glutinica). In caso risultasse duro, aggiungere un cucchiaino di acqua tiepida: sempre poco per volta, fino ad ottenere la consistenza desiderata. Soltanto con l’esperienza capirete qual è quella ottimale: per iniziare cercate di ottenere un impasto in cui esercitando pressione col dito si crei una rientranza, senza incollare alle mani, che riacquisti la forma (più o meno) originale al termine della pressione.dsc_0021
  2. Avvolgere in pellicola e far riposare in frigo per almeno 30’ od anche più.
  3. Tirate la sfoglia con il mattarello o con la macchina portandola allo spessore desiderato.
    • Macchina: utilizzando un tarocco, tagliate una porzione di impasto, avendo cura di lasciare la pasta restante sempre all’interno della pellicola per non farla seccare. Infarinatela appena e stendetela con le mani il tanto che basta ad adattarla alla larghezza dei rulli. Realizzate una piega a portafoglio (portate il lembo di destra verso il centro della pasta e ricoprite il tutto con quello di sinistra), infarinate e passate nei rulli alla misura maggiore. Ripetete ad una misura inferiore e poi proseguite senza pieghe fino ad ottenere lo spessore desiderato. Ricoprite con pellicola o canovaccio, pulito ed infarinato, e procedete con il resto dell’impasto.
    • Mattarello: spianatoia e mattarello in legno garantiranno quella ruvidezza rustica che la macchina non permette. Prendete il vostro panetto ed adagiatelo sulla spianatoia leggermente infarinata ed iniziate ad appiattirla col mattarello. Poi esercitando pressione stendete la sfoglia dal centro verso l’esterno, ruotando ad ogni stesura di un quarto di giro in senso orario (solo per comoditĂ  ovviamente). Ripetete l’operazione fino ad ottenere lo spessore desiderato, 1-2 mm normalmente, e riducendo la pressione man mano che l’impasto si assottiglia, così da evitare di bucarlo. Se necessario infarinate la sfoglia per evitare che si attacchi, ma non il mattarello.
  4. Tagliate la sfoglia secondo il formato che dovrete ottenere.dsc_0022

 

Consigli e varianti:

  • Usate diversi tipi di farina per ottenere dei sapori sempre nuovi: grano saraceno, farine integrali,etc. sono ottime per la pasta in casa.
  • All’impasto potranno essere aggiunti altri ingredienti ( spinaci, barbabietole, etc.) da frullare con l’uovo secondo necessitĂ ; o può essere arricchito con un tuorlo addizionale.
  • Lavorate rapidamente e vigorosamente la sfoglia per evitare che si secchi .
  • Potete congelarla ed utilizzarla quando volete…ma fare la pasta fresca per congelarla non è nelle nostre corde!
  • Le varianti di pasta che potrete ottenere sono numerosissime. Quindi sbizzarritevi! 🙂

 


Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...