Polpo croccante su vellutata di zucca

Questa settimana vi proponiamo un piatto terra e mare da intenditori: degno di un menù di livello, è un piatto molto gustoso e saporito, che abbina benissimo un mollusco ad un frutto stagionale come la zucca (zucca connection on!!). 

Pochissimi ingredienti, ben calibrati e di altissima qualità per un risultato eccezionale! 

dsc_0171

Difficoltà: media.

Tempo totale 60’: 20’ di preparazione; 40’ di cottura.

Utensili particolari: frullatore ad immersione; piastra antiaderente

Prezzo: medio.

Valori nutrizionali (per persona): kcal 311; fat 11g, cho 16g, pro 37g.

Ingredienti per 2 persone (cooking couple mode on!!):

  • 600g di polpo.
  • 500g zucca.
  • 16g olio evo.
  • Pepe nero q.b.
  • Sale q.b.
  • Rosmarino q.b.

 

Procedimento:

  1. Portate a bollore abbondante acqua per cuocere il polpo, con all’interno del rosmarino per aromatizzare in cottura.
  2. Nel frattempo pulite l’octopus eliminando becco, occhi ed interiora. Sciacquatelo abbondantemente. Ponetelo sul tagliere e battetelo col batticarne (una bottiglia di vetro andrà bene lo stesso): facendo comunque attenzione a non esagerare ed interponendo un foglio di carta forno tra polpo e batticarne. In alternativa vedere note in calce.
  3. Raggiunto il bollore, salate lievemente ed immergete il polpo (tenendolo dal corpo) per tre volte: così i tentacoli si arricceranno donando un bell’effetto. Lasciate cuocere a fuoco basso per circa 40’. Poi fate intiepidire nell’acqua di cottura. Il polpo sarà cotto quando i rebbi di una forchetta affonderanno facilmente nella carne.
  4. Nel mentre che il polpo cuoce, pulite e tagliate a pezzetti piccoli la zucca; fate aromatizzare 10g di olio con un rametto di rosmarino e imbiondite uno spicchio di aglio. Eliminate aglio e rosmarino e rosolate la zucca. Allungate con acqua e cuocete fino a quando sarà morbida. Aggiustate di sale e pepe. Frullate col minipimer fino ad ottenere una vellutata liscia. La densità dovrà essere media, tipo passata di pomodoro.
  5. Una volta cotto ed intiepidito il polpo, tagliatelo in tocchetti, mantenendo intatti parte dei tentacoli. Scaldate molto bene la piastra, spennellate con l’olio rimasto ed arrostite i pezzi di polpo su ogni lato a fiamma alta fino ad ottenere una crosticina croccante: 10’ di cottura dovrebbero bastare.
  6. Impiattate creando un fondo con la crema di zucca e adagiatevi sopra il polpo; finite con qualche foglia di rosmarino e buon appetito!! 🙂

 

Consigli, curiosità e varianti:

  • Abbinatelo ad un vino bianco intenso e complesso, dal retrogusto minerale: un Falanghina DOC od una Ribolla Gialla andranno benissimo!
  • Può essere consumato semplicemente con fette di pane casereccio, tostate o meno, facendone un piatto unico.
  • Se utilizzate polpi decongelati, potete anche evitarne la battitura: questa serve infatti per ammorbidirne le fibre, cosa che avviane durante la fase di congelamento stesso. L’acqua contenuta nel polpo si espande durante il passaggio di stato liquido-solido, rompendone parzialmente le fibre, che così risulta più morbido. È uno dei pochi alimenti che sarebbe preferibile avere congelato. 

 


Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...