Risotto al pomodoro, stracciatella e basilico

Il risotto al pomodoro è un tipico piatto della tradizione del nord Italia (anche se l’origine è incerta!) semplice e molto apprezzato; i ricordi che porta con se sono tanti, essendo tipicamente realizzato dalle nostre nonne e dalle massaie di un tempo.

Purtroppo oggi è un po’ scemata l’attenzione per questo primo che sembra essere stato messo in secondo piano in favore della pasta al sugo, più facile e veloce da realizzare: perché fare un risotto, per quanto semplice, richiede sempre qualche accortezza; bisogna accudirlo con amore e devozione (si, siamo appassionati dei risotti 🙂 )!

Ma noi non ci stiamo a far cader nel dimenticatoio questo primo che è stato parte della storia italiana! Quindi ve lo proponiamo cercando di svecchiarlo, modernizzandolo in base alle tendenze attuali: la base è sempre quella, ma l’aggiunta della stracciatella e del basilico lo rendono più appetitoso e fresco ed al passo con l’evoluzione del gusto.

Così diventa un elogio dell’Italia e della sua cucina, con alcuni tra più pregiati prodotti dell’eccellenza culinaria della penisola.

Ed i suoi colori sono l’omaggio perfetto al Tricolore, specialmente per la festa della Repubblica che vogliamo festeggiare così, con un inno alla cucina italiana.

Rimbocchiamoci le maniche e scaldiamo le pentole allora 😉

Difficoltà: media.

Tempo totale 40′ : 20’ di preparazione; 20’ di cottura.

Prezzo: basso.

Valori nutrizionali (per persona): kcal 510; fat 14g, cho 85g, pro 11g.

Ingredienti per 2 persone (cooking couple mode on!!):

  • 200g di riso vialone nano @lestagioniditalia.
  • 200g di passata di pomodoro @muttipomodoroit .
  • 50g di stracciatella.
  • 40g cipolla dorata.
  • 16g di burro @meggleitalia
  • 1l di brodo vegetale @bauer_trentino.
  • Basilico fresco q.b.
  • Sale q.b.

Procedimento:

  1. Tostate in una padella il riso (senza olio o altro; vedere “Consigli” per maggiori info).
  2. Tritate finemente la cipolla e fatela soffriggere in 8g di burro; unite il riso e fate andare per un minuto circa. Allungate con la passata di pomodoro riscaldata e col brodo secondo necessità. Portate a cottura regolando di sale verso la fine.
  3. Mantecate a fuoco spento con il burro rimasto.
  4. Fate una quenelle con la burrata o frullatela e versatela nel flacone col collo stretto.
  5. Impiattate il riso, meglio se su un piatto piano od un cappello del prete, versateci sopra la stracciatella facendo i decori che preferite (noi una quenelle) ed ultimate con qualche foglia di basilico. Buonissima pappa a tutti.

Consigli e curiosità:

  • Vino e pomodoro non sono proprio una coppia facile da mettere d’accordo: acido con acido rischiano di sbilanciare il palato. Per fortuna a stemperare il tutto c’è la stracciatella. Detto ciò un vino che vi stupirà è sicuramente il vino spumante extra dry R01 della cantina @russoelongo: una bollicina nata dalla malvasia (già questo è particolare!), vivace e dai profumi molto fini e variegati; colore giallo paglierino. Freschezza ed armonia!
  • Vi consigliamo una birra di medio corpo, leggere e con un buon bilanciamento tra acidità e dolcezza che accompagni il piatto senza sopraffarlo e prepari al boccone successivo. Una Fraziskaner Dunkel @franziskaner.weissbier è la nostra scelta.
  • Suggeriamo di tostare a secco il riso e di ri-rosolarlo un paio di minuti la cipolla imbiondita nel burro, così che assorba ancora più sapore.
  • Al posto della passata potrete usare dei pelati scottati e privati della pelle, cotti nel soffritto di cipolla, passati al minipimer e filtrati. Processo di una mezz’oretta in più, ma ne vale la pena. Se volete proprio strafare fate un sughetto con dei pomodorini confit!
  • Potete sostituire la stracciatella con della mozzarella, preferibilmente di bufala, o della burrata; mettere la stracciatella (o altro) a tocchetti o una quenelle in centro. Insomma le varianti non mancano!

Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.