Salmone alla Wellington

Christmas Menu Special Edition 2022 🎅🎄🎁

Dopo aver proposto le prime preparazioni del nostro Natale 2022, eccoci alla seconda portata, quella con la ciccia…anche se in questo caso il nostro menù è a base di pesce! Quindi, dopo la versione classica che potete trovare qui, ritorniamo su questa meravigliosa preparazione che noi tanto amiamo rivisitandola in versione seafood: il salmone alla Wellington! Non una ricetta facile e neppure veloce, ma comunque più abbordabile dell’originale; il risultato? Sempre un piatto gourmet dal gusto intenso e raffinato, ideale per questa occasione o per fare bella figura in generale! Un piatto dall’effetto scenografico garantito, che vi conquisterà a prima vista ed amerete alla follia già dal primo assaggio!

Una versione che trae ispirazione dal classico filetto di manzo ma che se ne allontana decisamente: l’uso del pesce ed in particolare del salmone, impone l’uso di ingredienti diversi e lavorazioni diverse; ma la tecnica di base resta la medesima: cuocere un filetto dentro una camicia di pasta sfoglia per esaltarne il gusto.

In più il salmone, soprattutto quello selvaggio e non di allevamento, è un alimento sano e ricco di omega 3, oltre che buonissimo….e meno caro del filetto di manzo!

Pronti ad affrontare questa nuova sfida con noi? Ed allora su i grembiuli ed pronti a spadellare!

Difficoltà: difficile.

Tempo totale 1h 20’: 30’ di preparazione; 50’ di cottura.

Utensili particolari: teglia da forno; carta forno; pennello da cucina.

Prezzo: alto.

Valori nutrizionali (per persona): kcal 681; fat 37g, cho 37g, pro 50g.

Ingredienti per 2 persone (cooking couple mode on!!):

  • 300g di filetto di salmone (pulito) .
  • 120g pasta sfoglia @buitoniitalia (se avete voglia e tempo, ma tanto tempo, preparatela in casa 🙂 )
  • 60g di gamberoni rossi (puliti) .
  • 20g farina 00 @molinospadoni
  • 70g di funghi champignon o shiitake.
  • 50g di piselli primavera @findus_italia
  • 16g di porro.
  • 1 tuorlo (18g circa)
  • 10g olio EVO @fratellicarli
  • 10g burro @meggleitalia
  • 200g di latte @zymilitalia
  • Sale di Camargue.
  • Prezzemolo.
  • Pepe @cannamela official
  • Semi di papavero @colfiorito.legumi

Procedimento:

  1. Sgusciate e pulite i gamberi; tagliateli finemente al coltello.
  2. Pulite i funghi con lo spelucchino eliminando le impurità, la terra e le parti legnose; ripassateli delicatamente con un panno bagnato (non metteteli sotto l’acqua!!) ; tritateli finemente.
  3. Tritate il porro e fatelo soffriggere in una pentola dai bordi alti con l’olio indicato. Unite i funghi e portate a cottura facendo asciugare bene. Unite i gamberi ed i piselli e fate saltare 2’ a fiamma media. Salate, pepate ed unite il prezzemolo. Mettete da parte.
  4. Nella stessa pentola fate sciogliere il burro, unite la farina e cuocete a fiamma bassa per 5’ circa fino a farlo diventare nocciola; unite il latte tiepido in tre riprese mescolando energicamente (una besciamella “magra” praticamente) . Unite funghi e gamberetti e regolate di sale.
  5. Preparate il filetto deliscandolo e privandolo della pelle (togliete tutte le spine, anche quelle interne!) . Tagliatelo a metà nel senso longitudinale (parallelamente a dove c’era la pelle in pratica) per ottenere per ottenere due metà uguali.
  6. Rivestite una teglia con carta forno. Dividete la sfoglia in due metà ed adagiatela sopra la carta forno; disponetevi sopra una metà del filetto, distribuite il composto di verdure e ricoprire col resto del pesce. Spennellate i bordi della pasta sfoglia attorno al pesce con il tuorlo.
  7. Chiudete il tutto con la metà rimanente della sfoglia modellandola bene con le mani attorno al pesce: fate attenzione a far aderire bene, eliminando le sacche d’aria. Eliminate gli eccessi e sigillate bene la chiusura con una forchetta.
  8. Spennellate la sfoglia con il tuorlo restante. Fate delle lievi incisioni in diagonale sulla pasta, avendo cura di non tagliarla: i rebbi di una forchetta sono l’ideale; ma potrete sbizzarrirvi con le decorazioni che più preferite. Cospargete del sale grosso (un po’) in superficie per far diventare la sfoglia croccante. Lasciate riposare in frigo almeno 30’ .
  9. Preriscaldate il forno a 190°C in modalità statica. Spennellate ulteriormente con il tuorlo rimanente (od uno nuovo) , cospargete coi semi di papavero ed infornate 25’ . Fate riposare 5-10’ ed impiattate accompagnando dalla bisque (opzionale) . Servite il miglior salmone della vostra vita!

Consigli e varianti:

  • Vi consigliamo un vino bianco aromatico e fresco, con un certo corpo che regga il passo di un piatto così unto senza però sovrastare il sapore del pesce: noi ci orientiamo sulle bollicine nostrane del Berlucchi ’61 Franciacorta Brut della cantina @berlucchiwine . Qui per la nostra recensione.
  • Accompagnatelo con una Lager fresca e dissetante, con il giusto amaro per sgrassare ed accompagnare un piatto coì strutturato rispettando sempre il protagonista. Noi consigliamo la “Karakuchi” Ashahi Super “Dry” della birreria @asahisuperdryita . Qui la nostra valutazione Ashahi Super Dry .
  • Accompagnatelo con una insalatina mista arricchita di chicchi di melagrana e mela verde che danno un tocco di acidità e brio in più.
  • Può essere accompagnato con una bisque molto densa.

Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


Un pensiero su “Salmone alla Wellington

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.