Sacher Torte

La torta Austriaca per eccellenza: è la regina delle torte al cioccolato! La ricetta originale di Franz Sacher (inventata a soli 16 anni!!) è tutt’oggi segreta e gelosamente custodita dall’Hotel Sacher che ne possiede i diritti. Quindi possiamo solo presentare una nostra interpretazione più o meno simile a quella originale, magari adattandola i nostri gusti (è pur sempre una torta nata quasi 200 anni fa!!), ma se volete degustare l’unica e vera Sachertorte dovrete andare nell’Impero Asburgico!!

È con questa delizia che vogliamo iniziare l’anno nuovo, tra un valzer viennese del concertone del primo dell’anno ed una forchettata al piatto succulento innanzi a noi, giusto per eliminare ogni vana speranza di superare le feste indenni!! Ovviamente va benissimo tutto l’anno 🙂

blog DSC_0180

 

Difficoltà: media.

Tempo totale 2h: 1h 20’ di preparazione, 40’ di cottura.

Attrezzi particolari: tortiera da 20 cm; marisa; fruste elettriche; spatola piatta d cioccolato; cucchiaio di legno.

Prezzo: medio.

Valori nutrizionali (per 100g di torta – panna per guarnire esclusa): kcal 380; fat  24g, cho  34g, pro  5g.

Ingredienti per 8 persone:

  • 75g di cioccolato fondente 55%.
  • 3 tuorli.
  • 3 albumi.
  • 65g burro.
  • 20g zucchero al velo.
  • 1g sale.
  • Vaniglia in polvere.
  • 90g zucchero semolato.
  • 65g farina 00
  • 150g confettura di albicocche.
  • Burro e farina per lo stampo q.b.

Per la ganache:

  • 375g di cioccolato fondente 55%.
  • 250ml panna liquida.

Per la decorazione:

  • 30g zucchero al velo.
  • 300g panna fresca.
  • Vaniglia essenza q.b.

 

Procedimento:

  1. Fondete il cioccolato in un pentolino a bagnomaria, a fuoco basso.
  2. In una terrina montate con le fruste il burro con lo zucchero al velo, la vaniglia ed il sale. Fatto ciò, aggiungete poco alla volta, continuando a lavorare il composto a velocità bassa, i tuorli leggermente sbattuti.
  3. Unite il cioccolato fuso facendolo cadere a filo ed amalgamando con una marisa.
  4. In una ciotola (fredda preferibilmente) montate a neve lo zucchero e gli albumi. Unite al composto di cioccolato. Aggiungete la farina setacciata ed amalgamate il tutto delicatamente con la marisa, con movimenti leggeri dal basso verso l’alto.
  5. Imburrate ed infarinate lo stampo, versate il composto (senza battere sul fondo per livellare, altrimenti smonterete tutto) ed infornate a 175° (statico) per 35-40 minuti (prova dello stecchino asciutto e via!!)
  6. Sfornate la torta lasciatela raffreddare un’oretta. Dopodiché potrete tagliarla in due dischi, meglio se con l’ausilio di un coltello seghettato a lama lunga. Distribuite metà della confettura su un disco e ricomponete la torta (dovete fare il classico sandwich); cospargete la superfice esterna col resto della confettura.
  7. Preparate adesso la glassa: portate quasi ad ebollizione la panna (se avete un termometro raggiungete i 92°C) ed aggiungete il cioccolato spezzettato, mescolando accuratamente con un cucchiaio di legno. Il composto deve risultare omogeneo e piuttosto lucido.
  8. Ricoprite la torta con la glassa e fate riposare in frigo almeno 20-30’, fino alla solidificazione della glassatura.
  9. Decorate scrivendo al centro sacher con la glassa avanzata e servite con la panna montata. Deliziosa! Buonissima pappa!!

 

Consigli e varianti:

  • Per la realizzazione dei dolci, consiglio sempre di preparare attrezzi e linea di ingredienti in anticipo: disponete in ordine di uso gli strumenti e contenitori con tutti gli ingredienti già pesati e pronti all’uso (farina setacciata, cioccolato spezzettato, etc.). Se in cucina l’ordine è necessario, in pasticceria è indispensabile.
  • Quando usate le fruste elettriche, aumentate la velocità gradualmente onde evitare di ritrovare la cucina ed i vestiti in stile Pollok.
  • Tagliare la torta in due dischi uguali: prima grossa difficoltà!! Fate con calma e sistematevi su una superfice ampia per poter lavorare bene. L’ideale sarebbe un’alzatina girevole, ma anche il tavolo sgombro andrà bene. Fate attenzione, sembra facile ma non lo è affatto: se tagliate in maniera errata, la torta sarà meno equilibrata e non bella da vedere.
  • Pericolo n° 2: la preparazione della glassa e sua stesura! Attenzione alle temperature (è un discorso complicato, ma i 92°, o prima del bollore, nel nostro caso daranno un risultato soddisfacente!). Per glassare ponete la torta su una griglia e versate sopra la glassa (anche la griglia del forno andrà bene): ponete sotto la griglia una zuppiera per recuperare gli eccessi. Prima di fare questa operazione eliminate eventuali briciole dalla torta, altrimenti inficeranno il risultato finale.
  • La decorazione può avvenire con un sac a poche a foro piccolo (provate le dimensioni) o con un conetto di carta forno.
  • Se vi piace più umida, consiglio di aumentare la farcitura con ulteriore confettura (50g).
  • Una variante per gli amanti della merendina al rhum: marmellata di arance e leggera bagna al rhum. Ma questa è un’altra torta ovviamente.

 


Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...