Marmellata di mandarini

Se anche voi, cari lettori, adorate le marmellate/confetture fatte in casa, siamo sicuri che questa preparazione vi farà impazzire. La marmellata di mandarini è poco diffusa, ma ha un gusto veramente eccellente: fresca, gustosa e dal sapore autentico! Quindi dimenticatevi quelle marmellate che san più di zucchero che di frutta, perché la nostra sa di frutta vera, avendo usato solamente il 35% di zucchero sul totale di frutta; pertanto, per assonanza con le confetture (non fatte di agrumi) , potremmo definirla “extra”, ossia con oltre il 45% di frutta sul peso totale (noi andiamo al 65% gente, mica “pizza e fichi” 😉 ) .

Abbiamo potuto usare una percentuale ridotta di zucchero semplicemente perché disponevamo di una materia prima eccellente, già dolcissima di suo: i mandarini dell’azienda agricola @siciliaagrifood !

Ebbene si, questo è il segreto per una marmellata perfetta: la materia prima di altissima qualità! La preparazione in sè è molto semplice e si basa su due soli ingredienti, quindi non ci sono scappatoie, la frutta deve essere eccellente e Bio, senza uso di agenti chimici (visto che useremo anche la buccia) .

Grazie alla collaborazione con l’azienda agricola @siciliaagrifood abbiamo potuto testare dei prodotti (arance, mandarini e limoni) di primissima scelta che ci hanno subito conquistato (e passare il giudizio del Fabry che è calabrese, nato e cresciuto tra agrumeti ed oliveti, non è cosa facile!) .

Il marchio SICILIAAGRIFOOD  consente di acquistare prodotti agroalimentari di eccellenza, tipici della migliore tradizione siciliana. I nostri consumatori attenti alla qualità e desiderosi di assaporare il gusto di specialità ricercate, possono vivere il piacere di conoscere la Sicilia viaggiando attraverso i sapori di una terra speciale.Potrete acquistare i loro eccellenti prodotti o semplicemente curiosare qui https://www.siciliaagrifood.it/

Quindi materie prime eccellenti ed un minimo di pazienza, questa è la ricetta “segreta” per una marmellata da leccarsi le dita.

Rimbocchiamoci le maniche e scaldiamo le pentole allora!! 😉

Difficoltà: bassa.

Tempo totale 1h 40′ : 30’ di preparazione; 70’ di cottura.

Utensili particolari: minipimer @braun_italia ; vasetti da 250ml sterilizzati.

Prezzo: basso.

Valori nutrizionali (per 100g di prodotto finito*): kcal 268; fat 0g, cho 66g, pro 1g.

Ingredienti per 2 barattoli (cooking couple mode on!!):

  • 750g di mandarini @siciliaagrifood
  • 262g zucchero di canna (35% della frutta) .

Procedimento:

  1. Pulite accuratamente i mandarini sotto l’acqua corrente; eliminate eventuali residui dei piccioli.
  2. Portate a bollore dell’acqua e fateli sobbollire 30′ . Scolate e fate intiepidire.
  3. Tagliateli in 2 o 4 parti ed eliminate i semi, conservando il resto; poiché vi sarà fuoriuscita di succo durante questa operazione, vi consigliamo di effettuarla direttamente nella pentola di cottura, così da non sprecarne nemmeno una preziosissima goccia.
  4. Se non lo avete già fatto, mettete il tutto (bucce comprese) nella pentola (dove poi verranno cotti) e frullateli col minipimer fino ad ottenere la texture desiderata (noi abbastanza fine, ma ancora consistente) .
  5. Unite lo zucchero e fate cuocere a fuoco lento per 40′ , girando spesso. Fate la prova del piatto, ossia mettete un po’ di marmellata su un piattino freddo da frigo ed inclinatelo quasi in verticale: dovrà scendere molto lentamente; solo allora la densità sarà quella corretta.
  6. Versate immediatamente nei vostri vasetti, lasciando uno spazio di 1cm dal bordo, chiudete e capovolgeteli; lasciate intiepidire. Una volta freddi, rigirateli e verificate se il sottovuoto è corretto: ossia se il tappo è immobile o si muove sotto la pressione delle dita. Se il sottovuoto non dovesse essere riuscito, ripetete l’operazione cambiando tappo.
  7. Conservate i vostri vasetti lontano dalla luce per almeno una settimana prima di aprirli. Buonissima marmellata di mandarini! 🙂

Consigli e curiosità:

  • La marmellata così fatta si conserva per diversi mesi, fino ad un anno, permettendovi di gustare il sapore dei mandarini per diversi mesi. Personalmente, vi consigliamo di non andare oltre i 3 mesi, non essendoci additivi o conservanti. In ogni caso, controllate attentamente i vasetti prima di utilizzarli: tracce di muffa, rigonfiamenti del tappo, odori strani, etc. sono segnali inequivocabili che qualcosa non va, dunque safety first! Buttate tutto senza pensarci.
  • Una volta aperta, riponete la marmellata in frigo per un massimo di 5gg, prestando attenzione ad aspetto ed odore.
  • Potete provare a tagliare le bucce a listarelle sottili anziché frullarle per avere una consistenza più importante; noi facciamo così con le arance.
  • Potete anche aromatizzarla con due cucchiai di brandy o rhum da aggiungere ad inizio cottura. Va bene anche per i bambini , poiché l’alcool evapora durante la cottura.
  • É una splendida idea anche per fare dei regali non banali.
  • * la resa del prodotto nel nostro caso è stata di circa il 60%. Quindi le calorie sono basate su questa percentuale. Per avere un’idea più chiara sul calcolo calorico, date un’occhiata al punto n.2 qui https://ilristoranteacasa.com/fitness/ .

Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.