Cous cous, zucchine e gamberoni

Facciamo un salto in Medio Oriente, in Marocco per la precisione, e soffermiamoci sul piatto più rappresentativo: il cous cous!!! Base per ogni prelibatezza preparata col tipico tajine (sarebbe l’antenato di terracotta della pentola a vapore; la forma troncoconica permette al vapore di non disperdersi aumentando lievemente la pressione e mantenendo umido l’interno), il couscous è sicuramente l’alimento che maggiormente richiama a questa terra.

Il Marocco, terra di grande storia e cultura, delle città imperiali, è un posto magico nel quale gli amanti della tavola troveranno soddisfazione e potranno allietarsi con spezie e sapori insoliti (per l’Occidente)!

Il piatto originale prevede carne (per lo più pollo o agnello), verdure e spezie, con una nota dolciastra data dalla frutta essiccata (albicocche, uvetta, datteri, etc.), ma adesso non è inusuale trovare anche quello di pesce, almeno nei luoghi turistici di mare.

Proponiamo una rivisitazione fusion: cous cous, zucchine e gamberoni!

DSC_0046

 

Difficoltà: facile.

Tempo totale 30: 15’ di preparazione; 15’ di cottura.

Prezzo: medio/alto (dipende di gamberoni: quelli di Mazara ad esempio vi sveneranno, ma ne vale la pena sicuramente!).

Valori nutrizionali (per persona) : kcal 550; fat 11.8 g, cho 74.5 g, pro 34.8 g

Ingredienti per 2 persone (cooking couple mode on!!):

  • 200g di gamberoni.
  • 260g zucchine.
  • 100gr pomodorini ciliegino.
  • 200g cous cous – noi usiamo quello precotto per motivi di tempo, altrimenti sarebbe meglio quello da fare ex novo.
  • 10g olio di oliva.
  • 10g burro.
  • 1 testa di aglio.
  • Ras el hanout (curry marocchino) o curry q.b.
  • 100ml vino bianco secco.
  • Pepe nero e sale q.b.
  • Peperoncino q.b. (facoltativo).
  • Prezzemolo q.b.

Procedimento:

  1. Pulite i gamberoni completamente, eliminate il budello e sciacquateli sotto acqua corrente. Tamponate con carta da cucina.
  2. Tagliate la zucchina a quadretti o rondelle secondo preferenza (a quadretti resterà più croccante, cosa che preferiamo, anche se di norma facciamo un misto per avere consistenze differenti). Tagliate in quarti o, se piccoli, a metà i pomodorini.
  3. Portate a bollore 220g di acqua in un pentolino (1.1 volte in peso rispetto al cous cous); salate ed aggiungete il burro ed del curry, per spingere coi sapori; riportiamo a bollore e versiamo il couscous seguendo le indicazioni del produttore; ne frattempo che il cous cous cuoce e riposa prepariamo il resto.
  4. Fate rosolare nell’olio l’aglio incamiciato e schiacciato leggermente; aggiungete le zucchine e fatele saltare a fuoco vivo fino a lieve doratura.
  5. Aggiungete le code dei gamberi e far saltare a fuoco vivace per 1-2 minuti; sfumate col vino bianco; abbassate la fiamma, salate, pepate (sia pepe nero che peperoncino, se gradito) e insaporite con mezzo cucchiaino di curry (secondo preferenza) ed allungate con un pochino di acqua, se necessario.
  6. Unite i pomodorini ed il prezzemolo; dopo un minuto spegnete il fuoco facendo si che resti un po’ di salsina.
  7. Impiattate disponendo sopra il cous cous il condimento ben caldo, una spolverata di pepe e prezzemolo; buon appetito.

Consigli:

  • Ovviamente alcohol e Marocco, Islam in generale, non sono una bella accoppiata, quindi se visiterete questi luoghi (e consigliamo di farlo), informatevi bene e rispettate le usanze locali, onde evitare spiacevoli situazioni. Ma in casa nostra, siamo liberi di estinguere la sete con del buon vino bianco secco o con del prosecco.
  • Se siete rimasti a corto di cous cous non disperate, ricordate che tutto il mondo è paese ed il nord Africa usava il grano ben prima di noi: il cous cous altro non è che un formato mignon di pasta di grado dura (o meglio il contrario….siamo noi che lo abbiamo rivisitato nel corso dei secoli…!): quindi prendete della pasta e frullatela fino ad ottenere dei granelli di pochi millimetri (come il cous cous appunto); poi procedete normalmente.

 


Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...