Gnocchi alla sorrentina

Uno dei piatti più apprezzati in tutta Italia, gli gnocchi alla sorrentina sono la versione verace e partenopea di questa icona della nostra cucina. Chi di voi non ha mai visto qualche foto con questo bel piatto fumante in primo piano sull’incantevole sfondo di Sorrento, Amalfi, Capri …. Il solo pensiero di quei posti, con questo piatto, ci manda in estasi…

Ma ritorniamo alla nostra versione degli gnocchi: comunemente noti come “strangulaprievete”, venivano cotti e serviti direttamente nel “pignatiello” di coccio (tegame) che riusciva a mantenere a lungo il calore, garantendo che la mozzarella restasse filante. La sanno lunga i nostri amici partenopei.. come sempre!

Ingredienti semplici ed economici che messi assieme creano un piatto da leccarsi le dita…noi, cari igers, potremmo mangiarne fino a star male!

Prima delle forchette occorre allacciare il grembiule ed impastare (un gesto che ci piace tantissimo!) 😉

Difficoltà: facile.

Tempo totale 1h 30’: 30’ di preparazione; 60’ di cottura.

Utensili particolari: tegame di coccio (opzionale) o pirofila da forno 20x20cm; schiacciapatate (in alternativa forchetta 😉 ).

Prezzo: basso.

Valori nutrizionali (per persona): kcal 891; fat 31g, cho 116g, pro 37g.

Ingredienti per 2 persone (cooking couple mode on!!):

  • 500g di patate a pasta bianca o patate rosse (vedere note in calce).
  • 250g pelati di pomodoro @muttipomodoroit.
  • 160g di farina 00 Gran Mugnaio @molinospadoni (farina per infarinare il piano di lavoro q.b.).
  • 1/2 uovo medio (28g circa).
  • 50g di parmigiano (opzionale).
  • 150g di fiordilatte.
  • 1 spicchio di aglio.
  • 16g olio di oliva.
  • Sale q.b.
  • Basilico q.b.

Procedimento:

  1. Bollite le patate per circa 40’ o comunque finché non saranno cotte (metodo della forchetta: se infilzando la patata entra facilmente è cotta). Sbucciatele e fatele intiepidire.
  2. In una padella fate rosolare l’aglio nell’olio; versate i pelati e schiacciateli coi rebbi di una forchetta, salate e fate cuocere per 15’ circa. Eliminate l’aglio ed insaporite con delle foglie di basilico; cuocete per altri 5’.
  3. Sul piano di lavoro versate la farina e schiacciateci sopra le patate; impastate qualche minuto; ed aggiungete l’uovo sbattuto col sale, continuando a lavorare fino ad ottenere un prodotto omogeneo e compatto.
  4. Infarinate il piano di lavoro e porzionate l’impasto in 4-5 panetti; create dei cilindretti di un cm di diametro e tagliateli longitudinalmente ogni 2cm circa, in modo da ottenere i vostri gnocchi. Disponete su un canovaccio infarinato e procedete fino ad esaurimento dell’impasto.
  5. Portate a bollore dell’acqua, salate e versate a più riprese gli gnocchi: saranno cotti quando affioreranno in superficie. Scolateli e versateli nella padella col sugo. Ripetete fino ad esaurimento.
  6. Preriscaldate il forno a 240 °C statici; tagliate la mozzarella a cubetti. Versate metà gnocchi e sugo nel tegame, ricoprite con metà mozzarella e spolverate con il parmigiano (se lo gustate così); ripetete con il resto degli ingredienti e mettete in forno per 5-10’ sino fino a quando il fiordilatte sarà completamente sciolto. Volendo potete passare in modalità grill un paio di minuti.
  7. Togliete dal forno, guarnite con qualche fogliolina di basilico e presentate direttamente nel coccio a centro tavola. Buonissimo appetito a tutti😊

Consigli, curiosità e varianti:

  • Il vino da abbinare deve essere rigorosamente rosso e moderatamente tannico, dal profumo delicato ma persistente: proprio per la particolare succulenza e untuosità del suo condimento, questo piatto richiede vini di buona freschezza e acidità in grado di non contrastare con il pomodoro come l’Arenada, il Monica di Sardegna Doc, firmato Cantine di Dolianova.
  • Le patate da utilizzare devono essere molto asciutte e contenere poco amido: per questo è preferibile usare patate a pasta bianca o patate rosse, molto adatte a questa preparazione. In ogni caso più datate sono meglio è.
  • Se non avete uno schiacciapatate potrete usare una forchetta, robusta, e schiacciarle con quella.
  • La quantità di farina può variare un po’ a seconda dell’umidità delle patate: un 15g in più o in meno ci stanno; ricordate che meno farina utilizzerete per l’impasto più i vostri gnocchi saranno morbidi e gustosi!
  • Se il vostro vizio capitale è la gola, potete osare anche con della mozzarella di bufala campana, sarà divina!! 😉

Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.