Spaghetti alla chitarra coi “purpetielli” (moscardini)

La cucina Partenopea…ahhh, che meraviglia! Coi suoi sapori e la sua varietà, espressione di una cultura vastissima entrata in contatto con diversi popoli ed arricchitasi nel corso dei secoli.

Dal gusto intenso e profondo, non ha eguali in tutta la penisola, raggiungendo delle punte di bontà inarrivabili e impensabili: dal cuoppo, alla sfogliatella, dalla pizza al babà, passando ai taralli ‘zugna e pepe’ la cucina tradizionale di Napoli conquista “anima, palato e core” 🙂

Noi vi proponiamo un primo piatto di mare classico, saporito e buonissimo: moscardini morbidi e profumati, avvolti da una morbida carezza di sugo rosso….condimento ideale per una pasta rugosa, pronta ad afferrarne l’essenza!

Spaghetti alla chitarra al sugo di purpetielli (moscardini in vernacolo 😉 ).

Difficoltà: facile.

Tempo totale 90’: 20’ di preparazione; 70’ di cottura.

Utensili particolari: forbice piccola per alimenti (facoltativi).

Prezzo: basso.

Valori nutrizionali (per persona): kcal 566; fat 10g, cho 81g, pro 38g.

Ingredienti per 2 persone (cooking couple mode on!!):

  • 200g di spaghetti alla chitarra @pastagarofaloit.
  • 300g moscardini freschissimi.
  • 200g di pomodori pelati @ muttipomodoroit
  • 16g olio evo.
  • 50g cipolla rossa di Tropea.
  • 1 spicchio di aglio.
  • 50ml vino rosè.
  • Sale q.b.
  • Alloro foglie q.b.
  • Peperoncino q.b. (opzionale).

Procedimento:

  1. Pulite i moscardini privandoli di sacca, interiora, denti, occhi e parti eccessivamente dure: aiutatevi con la forbice per le parti più ostiche come occhi e sacca. Strofinateli con del sale fino e poca acqua per eliminare la patina viscida superficiale. Sciacquateli in acqua corrente fredda e tamponate.
  2. Soffriggete l’aglio privato dell’anima nell’olio; aggiungete la cipolla tagliata a fettine sottili ed una foglia di alloro. Lasciate andare a fuoco moderato per 5’. Sfumate col vino e fate evaporare. Eliminate l’aglio.
  3. Aggiungete i moscardini, coprite e lasciate cuocere a fuoco basso per un’oretta, aggiungendo acqua calda secondo necessità.
  4. A fine cottura unite i pelati e schiacciateli con i rebbi di una forchetta; unite il peperoncino e fate cuocere 10’ circa. Aggiustate di sale ed eliminate la foglia di alloro.
  5. Portate a bollore l’acqua per la pasta e cuocetela secondo istruzioni mantenendola al dente.
  6. Condite gli spaghetti col sugo ed impiattate. Buonissima pappa Napoletana a tutti 😉

Consigli e varianti:

  • L’abbinamento consigliato è con un vino bianco fermo, secco e fresco, dal sentore agrumato: in particolare vi suggeriamo un Orvieto classico DOC e un Friuli Latisana Chardonnay DOC.
  • Il sughetto è ottimo anche per essere servito su del pane bruschettato o come ripieno del cuzzitiello (fondo del pane alla napoletana).
  • I paccheri sono un altro formato di pasta tradizionale molto interessante.
  • Vale la pena provare le varianti con capperi (dissalati molto bene) ed olive nere, da aggiungere prima di coprire (punto 3).
  • Anche una spolverata di prezzemolo fresco ci sta alla grande.

Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...