Pesce spada alla ghiotta – La Calabria nel piatto

Vacanze, meritate vacanze! Calabria, mare, sole….relax a manetta!!! E un tour enogastronomico pantagruelico! E si, perché il profondo sud è soprattutto questo: una condivisione di sensazioni che passa dalla natura fino ad arrivare alla tavola; quella semplice, vera, sincera dei nostri nonni, lontana dalla nouvelle cousine e dai piatti innovativi! Ma di un sapore profondo e genuino come pochi altri!

E noi ci diamo dentro, senza risparmiarci: ovviamente questo sacrificio e per tutti voi! 😉 per testare e condividere tutte queste bontà…

E così, in questa terra dove il legame col mare è molto forte e la pesca dello spada è un’arte, abbiamo testato per voi un secondo piatto a base di questo pesce fantastico: un concentrato di tutto il meglio di questa perla del mediterraneo; la cosa incredibile è che un piatto prettamente calabro sia anche fresco e leggero…una cosa impensabile!!! 😉

Il pesce spada alla ghiotta è il secondo a base di pesce forse più rappresentativo della tradizione Calabra, nonché un elogio dei sapori mediterranei e noi vogliamo proporvelo…invitandovi a visitare questa meravigliosa terra: in particolare Chianalea di Scilla, patria indiscussa della pesca allo spada e del suo street food, nonché borgo marinaro incantevole….

Difficoltà: media.

Tempo totale 30: 15’ di preparazione; 15’ di cottura.

Utensili particolari: coltello da pesce; colino.

Prezzo: medio.

Valori nutrizionali (per persona): kcal 340; fat 20g, cho 8g, pro 32g.

Ingredienti per 2 persone (cooking couple mode on!!):

  • 380g di pesce spada di Scilla (ok , va bene anche di altra provenienza 😉 ).
  • 200gr pomodorini pachino o datterino.
  • 60g cipolla rossa di Tropea.
  • 20g capperi.
  • 40g di olive nere cotte al forno.
  • 20g olio oliva.
  • Pepe nero e sale q.b.
  • Basilico per guarnire q.b.

Procedimento:

  1. Dissalate i capperi sciacquandoli in acqua corrente con l’ausilio del colino. Lasciateli in ammollo.
  2. Tagliate in 4 spicchi la cipolla e poi in fettine sottili. Fatela imbiondire nell’olio.
  3. Tagliate a pezzi le olive e mettetele a cuocere insieme ai capperi per 2-3 minuti.
  4. Tagliate in quarti i pomodorini e saltateli 1 minuto.
  5. Pulite il pesce eliminando la pelle e tamponatelo con carta da cucina; tagliatelo a cubetti e fatelo saltare 2-3 minuti a fiamma alta. Salate e pepate.
  6. Impiattate con l’ausilio di un copppasta (opzionale), guarnite con una fogliolina di basilico e buon appetito con questo elogio calabro della meiterraneità.

Consigli e varianti:

  • Una spezia che si sposa benissimo è l’origano (calabro) al posto del basilico: personalmente lo preferiamo 😉
  • Come sempre consigliamo di scegliere le materie prime migliori per avere un piatto eccellente! Ed il pesce spada di Chianalea non ha rivali 😉
  • Come vino restiamo ancora in Calabria ovviamente, terra di grandi vini ancora poco noti, ma meravigliosi. Consigliamo un Santa Venere Cirò Bianco dal colore paglierino, profumo complesso ma molto distinto, di buona acidità ma morbido al gusto o un Besidiae Bianco di Serracavallo (un vero gioiellino da scoprire) dal profumo di rosa bianca, deciso e dal retrogusto minerale.

Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...