Dadolata di spada con asparagi croccanti all’acqua di pomodoro confit

Dopo un breve periodo lontano dai fornelli (dicono che dobbiamo lavorare per vivere…cosa che ci risulta strana 🙂 ), siamo tornati agguerriti più che mai ad i nostri amati grembiuli, con la voglia di cucinare qualcosa di raffinato ed un po’ impegnativo!

Ed allora ecco che mentre pensavamo al da farsi vagabondando nel mercato, al banco del pesce si presenta un bel trancio di spada “pescato del giorno” ed il nostro “fruttarolo” di fiducia ammicca con degli asparagi di stagione….. Che fai? Cogli al volo questi segni divini e pensi a come elevare il livello del piatto!

L’abbinamento ideale sarebbe con dei pomodorini…ma non basta! Facciamoli confit ed estraiamone anche l’acqua! Il piatto è pronto (almeno l’idea… 🙂 ): basta solo realizzarlo.

Infine vi presentiamo il nostro secondo di stagione: dadolata di pesce spada con punte di asparagi croccanti e pomodorini confit nella loro acqua! Elegante e raffinato, un piatto per appagare il palato e l’occhio (già a descriverlo non vi invoglia a mangiarlo?)!

Dadolata di spada con asparagi croccanti all’acqua di pomodoro confit

Difficoltà: media.

Tempo totale 1h 45’: 30’ di preparazione; 1h 15’ di cottura.

Utensili particolari: estrattore oppure frullatore e colino; pelapatate; vaporiera; carta forno; teglia da forno.

Prezzo: medio.

Valori nutrizionali (per porzione): kcal  341; fat 17g, cho 14g, pro 33g.

Ingredienti per 2 persone (cooking in couple mode on!!):

  • 360g pesce spada.
  • 150g sparagi.
  • 200g pomodorini piccadilly.
  • 1 lime Bio.
  • 20g olio di oliva.
  • 10g zucchero di canna.
  • 2 spicchi di aglio rosa.
  • Timo, mentuccia, rosmarino, sale rosa q.b.

Procedimento:

  1. Preriscaldare il forno a 125 °C.
  2. Lavate ed asciugate i pomodorini, avendo cura di mantenere il picciolo ai 4 più belli (2 per ogni porzione).
  3. Foderate la teglia con carta forno e disponetevi i pomodorini; conditeli con 5g di olio, sale e zucchero e mescolate delicatamente per distribuire il condimento. Unite anche le spezie, un pezzo di scorza di lime tagliata col pelapatate ed uno spicchio di aglio pulito e schiacciato. Mescolate ancora. undefined
  4. Infornate nel ripiano medio-basso per 60-75’ a seconda della grandezza dei pomodorini: devono raggrinzire ed anche scurire un po’, ma evitate che si spacchino eccessivamente facendo fuoriuscire il succo. Fate intiepidire.
  5. Nel frattempo che i pomodorini sono in forno, lavate e pulite gli asparagi; piegandoli con le mani si spezzeranno al punto giusto: i gambi sono da scartare poiché troppo duri. Fateli cuocere a vapore per 10’ circa: devono risultare un po’ croccanti. Lasciate intiepidire.
  6. Una volta pronti i pomodori procedete col pesce: pulitelo e tamponatelo con carta da cucina. Tagliatelo a quadrati e condite con 5g di olio, sale, timo e rosmarino. Lasciate marinare.
  7. A questo punto riprendiamo i pomodorini ormai tiepidi: mettete da parte quelli col picciolo ed il resto lavoratelo con l’estrattore a maglia larga ed estraetene il succo. Se non avete l’estrattore, frullate il tutto e passate il succo in un colino a maglie non troppo fini: dovrete comunque eliminare semi e bucce. Dovreste ottenere acqua di pomodoro, ma la densità può variare molto in funzione dei pomodorini e del filtro. In caso la desideraste più densa, mettetela a stringere sul fuoco.
  8. In un pentolino mettete 10gr di olio, l’aglio rimasto, del rosmarino e del timo. Fate imbiondire lievemente l’aglio e spegnete; eliminate aglio ed aromi (avrete un olio aromatizzato profumatissimo).
  9. Mettete l’acqua di pomodoro a scaldare in un pentolino: deve solo essere calda, non sobbollire.
  10. Riscaldate bene una padella antiaderente e cuocete il pesce spada a fuoco alto 2’ per lato ottenendo una bella doratura. Spegnete e lasciate coperto con carta stagnola per 1’. Salate.
  11. A questo punto siete pronti per l’impiattamento: disponete lo spada al centro del piatto, adagiatevi accanto o sopra (secondo estetica personale) asparagi e pomodorini confit; con un cucchiaio aggiungete l’acqua di pomodoro alla base, avendo cura di non sporcare il resto, e condite il tutto con l’olio aromatizzato. Buon appetito!

Consigli e varianti:

  • La ricetta in sé non presenta grosse difficoltà tecniche, ma si compone di vari passaggi da eseguire con un buon tempismo: qui bisogna essere organizzati e pronti in anticipo!
  • Se l’acqua di pomodoro risultasse troppo densa….allungatela con acqua minerale ovviamente (senza cloro please!).
  • Suggeriamo di accompagnarlo ad un Chardonnay Alto Adige DOC Terlaner: un vino giallo paglierino, dal bouquet esotico e note delicatamente minerali, dal retrogusto persistente e deciso.

Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...