Risotto luganega e zafferano

Fine inverno… periodo ancora ideale per concedersi un risotto con la luganega, arricchito dal sapore deciso dello zafferano; un piatto ricco di sapori e sostanzioso, certamente non light, tipico della tradizione contadina lombarda, che manderà in estasi le vostre papille gustative. 😉

DSC_0014

Difficoltà: media.

Tempo totale  30’: 10’ di preparazione;  15-20’ di cottura.

Prezzo: basso.

Valori nutrizionali (per persona): kcal 681; fat 29g, cho 80g, pro 25g.

Ingredienti per 2 persone (cooking  couple mode on!!):

  • 200g riso Carnaroli.
  • 200g luganega.
  • 100ml vino bianco.
  • 80g scalogno.
  • 10g burro.
  • Zafferano.
  • Rosmarino.
  • Sale.
  • Pepe.
  • Brodo vegetale.

Procedimento:

  1. Private la salsiccia del budello esterno, se presente, e sbriciolatela non troppo finemente.
  2. Tostate in una padella il riso (senza olio o altro; vedere “Consigli” per maggiori info) .
  3. Fate rosolare la luganega a fuoco medio, facendo sciogliere bene una parte del grasso. Aggiungete lo scalogno tritato finemente e fate soffriggere.
  4. Alzate la fiamma e fate rosolare bene la luganega e sfumate col vino bianco.
  5. Aggiungete il riso ed allungate con un mestolo di brodo. Portate a cottura il riso, addizionando il brodo secondo necessità. Aggiustate di sale.
  6. A metà cottura del riso, aggiungete lo zafferano, precedentemente diluito in una tazzina di acqua calda (ma non bollente!!) .
  7. Scaldate il burro in una padella assieme al rosmarino, così da aromatizzarlo.
  8. Quando il risotto sarà cotto, spegnete la fiamma e mantecato col burro aromatizzato. Gli aghi di rosmarino potete spezzettarli nel risotto, se vi piace il loro sapore deciso o usarli come decorazione.
  9. Pepate ed impiattate. Buonissima pappa! 🙂

Consigli:

  • Una precisazione va fatta sulla tostatura del riso. Di solito, si consiglia di imbiondire lo scalogno ed unire il riso per tostarlo: ma così facendo o si tosta poco e male il riso; o si brucia lo scalogno, cosa poco raccomandabile.
  • Per chi gradisce i formaggi, può spolverare con Grana Padano o Parmigiano Reggiano.
  • Qui il vino di accompagnamento deve essere un rosso corposo ed aromatico: un bel rosso piemontese farà al caso vostro (Barolo, Dolcetto, etc) . Meglio ancora se avete la vostra cantina locale di fiducia dalla quale attingere.
  • Come birra, apprezziamo l’accostamento alle rosse belghe o delle stout irlandesi: birre aromatiche, persistenti dal sapore deciso e da servire a temperature più alte rispetto alle bionde ghiacciate.

Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.