Tagliatelle al ragù

Ecco un piatto classico della nostra tradizione, ricco di ricordi di infanzia: le tagliatelle al ragù!

Un primo che ricorda il profumo di buono che ci accoglieva la domenica, quando si andava a pranzo della nonna. Ognuno di noi ha il proprio ricordo di questo piatto familiare e di come veniva realizzato, della festa che precedeva il mettersi a tavola.

Qui proponiamo la nostra versione gustosa e semplice, rivista in chiave più attuale, ma che ci fa ritornare bambini.

DSC_0060

 

Difficoltà: media.

Tempo totale 2h 20’ + riposo: 20’ di preparazione; 2h  di cottura.

Utensili particolari: padella antiaderente in ghisa o altro materiale “pesante”.

Prezzo: medio.

Valori nutrizionali (per persona): kcal 875; fat 40g, cho 84g, pro 43g.

Ingredienti per 2 persone (cooking couple mode on!!):

  • 250g tagliatelle all’uovo fresche.
  • 300g di macinato per ragù (25% di grasso).
  • 100g cipolla bianca.
  • 100g carote.
  • 100g sedano.
  • 200g passata di pomodoro.
  • 20g olio di oliva.
  • Sale q.b.
  • 100ml vino bianco secco.
  • 1 spicchio d’aglio.
  • Parmigiano (opzionale).
  • Pepe q.b.
  • Prezzemolo (1 ciuffo).

 

Procedimento:

  • Tritate finemente cipolla, carota, aglio e sedano. Potete usare tranquillamente un tritatutto, andrà bene ugualmente e risparmierete tempo.
  • Fate rosolare il tutto nell’olio.
  • Alzate la fiamma ed aggiungete il macinato di bovino, facendolo rosolare completamente. Sfumate col vino bianco, salate e pepate.

DSC_0050

  • Unite la passata di pomodoro, il ciuffo di prezzemolo (che poi dovrete eliminare) e lasciate sobbollire coperto per 2 ore circa, aggiungendo acqua calda se necessario.
  • Una volta cotto e ben ristretto (deve essere molto tirato il ragù), eliminate il prezzemolo.
  • Nel frattempo fate cuocere la pasta al dente e poi finite la cottura saltandola nella padella col ragù.
  • Impiattate e, se gradite, spolverate col parmigiano (noi evitiamo, visto che Fabry ha un pessimo rapporto coi formaggi). Buon appetito!! 🙂

 

Consigli:

  • Il ragù può essere reso ancora più saporito (ed unto 😉 ) utilizzando un misto di bovino e maiale, e, per i più temerari, con l’aggiunta di bacon o pancetta: in questo caso diverrà una goduria sensoriale unta e bisunta, da evitare come la peste durante la dieta!
  • Il ragù può essere preparato il giorno prima e mantenuto in frigo: così si concentreranno anche meglio i sapori.
  • Consigliamo di insaporire l’acqua calda da usare per allungare il sugo con del prezzemolo e gli scarti della cipolla, del sedano e delle carote; da filtrare con un colino a maglie strette prima di versarlo nel sugo.
  • Il vino che si abbina deve essere rosso ed impegnativo: un Barolo, un Barbera o un nero d’Avola sono fortemente consigliati.
  • Come birra suggeriamo una stout.
  • Se avete solo dei pelati e non la passata, non disperate: passateli con un frullatore ad immersione fino a quando non diventano una crema liscia e vellutata.
  • Consiglio fit: utilizzate solo carne magrissima (tenore di grasso <5%)  e riducete la pasta a 200g; avrete un netto vantaggio calorico e di ripartizione dei macronutrienti: kcal 623; fat 18g, cho 69g, pro 44g. Molto più fit cosi!! 😉

 


Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...