Crumble cake chocolate and cherries

Christmas Menu Special Edition 2018 🎅🎄🎁

Crumble cake chocolate and cherries

Chiusura di ogni occasione importante, il dolce assume un ruolo fondamentale: quindi deve essere sempre da applausi! E questo vale ancor di più per le feste natalizie. 

Oggi vi proponiamo un dessert stupefacente, croccante esternamente e dal cuore morbido, dove cioccolato ed amarene sciroppate creano un binomio perfetto! 

Originario della Gran Bretagna il crumble, sia dolce che salato, nasce come piatto di risulta durante i razionamenti della seconda guerra mondiale per riciclare la frutta troppo matura, e preziosa per essere buttata: cotta e ricoperta da uno strato sbricioloso (crumble) diventava un dolce delizioso!

DSC_0078

Difficoltà: bassa.

Tempo totale 60: 30’di preparazione + 30’ di cottura.

Utensili particolari: 2 cocotte Le Creuset da 10cm (0,25l); sbattitore elettrico; mixer (opzionale).

Prezzo: basso.

Valori nutrizionali

  • per porzione – cocotte: kcal 788; fat  48g, cho 75g, pro 14g.
  • per 100g: kcal 426; fat  26g, cho 41g, pro 7g.

 

Ingredienti per 2 persone (cooking couple mode on!!):

  • Base torta:
  • 30g amarene sciroppate Toschi.
  • 20g cioccolato fondente 60%.
  • 35g di farina 00.
  • 35g burro a temperatura ambiente.
  • 32g zucchero semolato. 
  • 13g zucchero di canna.
  • 9g farina di mandorle.
  • 1 uovo piccolo (48g circa).
  • 30ml panna liquida.
  • 8g cacao amaro in polvere.
  • 2.6g lievito per dolci.
  • 16g mandorle pelate a filetti.
  • Crumble al cacao:
  • 7g cacao amaro in polvere.
  • 21g farina di mandorle.
  • 14g di farina 00.
  • 21g zucchero di canna.
  • 21g burro freddo (da frigo).
  • 0.7g sale fino.

 

Procedimento:

  • Preparate la linea con tutte le quantità pesate e pronte all’uso (vedere note in calce!), separando le polveri dall’umido.
  • Base: 
  • Tostare le mandorle in padella a fuoco vivace per qualche minuto, facendo estrema attenzione a non bruciarle (questo è l’unico passaggio delicato dell’intera ricetta, tranquilli 😉 ): dovranno dorarsi ed emaneranno un ottimo odore di tostatura!

DSC_0059

 

  • Con lo sbattitore elettrico lavorate lo zucchero di canna ed il burro ammorbidito fino ad ottenere un composto liscio e spumoso. Unite la farina di mandorle fino ad ottenere una crema; addizionate l’uovo ed amalgamate il tutto. Infine aggiungete lo zucchero semolato, continuando a lavorare con le fruste.
  • Sciogliete a bagnomaria il cioccolato; una volta tiepido e sciolto addizionate la panna liquida precedentemente scaldata e mescolate bene.
  • Unite la ganache non montata al resto degli ingredienti e lavorate ad alta velocità con la frusta.
  • Aggiungete farina, lievito e cacao amaro setacciati. Lavorate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
  • Crumble: 
  • Lavorate tutti gli ingredienti assieme: a mano se preferite una grana più grossa; col mixer per una grana più fine. Tradizionalmente era tutto realizzato a mano, ma a voi la scelta: noi optiamo per la tradizione manuale.
  • Cottura: 
  • Distribuite omogeneamente le mandorle a lamelle e le amarene; coprite con il crumble ed infornate in forno statico preriscaldato a 180 °C per 25’ circa (ma controllate sempre la vostra monoporzione visivamente e fate la prova dello stecchino!). Lasciate intiepidire e servite direttamente nelle cocotte. Buon dessert a tutti! 🙂

 

Consigli, varianti e curiosità:

  • Per la realizzazione dei dolci, consiglio sempre di preparare attrezzi e linea di ingredienti in anticipo: disponete in ordine di uso gli strumenti e contenitori con tutti gli ingredienti già pesati e pronti all’uso (farina setacciata, cioccolato spezzettato, etc.) Se in cucina l’ordine è necessario, in pasticceria è indispensabile. E ricordate: pulizia, ordine e precisione sono i pilastri della pasticceria!
  • Se preparate dosi multiple del dolce, dovrete foderare lo stampo con carta forno inumidita per facilitarne il distacco. Con le monoporzioni servite in cocotte non è necessario ovviamente.
  • Per uno stampo stampo 20×30 occorrerà 1h di cottura circa e moltiplicare le dosi per 4 (avendo più uova, queste andranno aggiunte una per volta dopo il completo assorbimento delle precedenti).
  • Servita tiepida con una pallina di gelato alla vaniglia è il massimo!
  • Potete provare diverse varianti: con ciliegie, lamponi, mirtilli o pere…risultato eccezionale garantito!
  • La torta si conserva in frigo (isolata, con la pellicola o simili, dal resto per non assorbirne gli odori) per un massimo di 3 gg. Quindi dateci dentro gente! 😉

 


Provate le nostre ricette e taggateci su Instagram aggiungendo il nostro tag @ilristoranteacasa


 

2 thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...